Borgo di Bretto

Borgo di Bretto

Vi si accede dalla comoda strada asfaltata che da Camerata Cornello conduce alla Brembella, dopo circa 3 km bivio a sx per il Borgo del Bretto, a pochi metri da questo bivio la strada si dirama sulle due contrade, Bretto alto e Bretto Basso, distanziati fra loro da poche centinaia di metri.

Borgo di Bretto
Al Borgo del Bretto Basso in Valle Brembana, spicca l’antico palazzo Tasso la cui ristrutturazione, avvenuta dopo il 1980, ne ha mantenuto le linee architettoniche originali. Gli edifici che si affacciano sulla piazzetta antistante il palazzo Tasso, un tempo quasi tutte pertinenze dell’abitazione padronale, si trovano oggi in condizioni alquanto precarie e necessitano di interventi restaurativi. Nel settore occidentale della contrada del Bretto di Camerata Cornello (Valle Brembana) alcune vecchie case sono state invece recentemente ristrutturate in modo più radicale. Pressoché analoghe sono le condizioni del Bretto alto, a cui si giunge percorrendo una stretta e ripida mulattiera che si distacca dalla carrozzabile all’altezza di una valletta poso distante.

Borgo di Bretto
Dove la "stradina" spiana si affacciano su un piccolo cortile poche case, delle quali una ospita l’unica abitante della frazione, la signora Caterina Ziliati. Questo edificio presenta sulla facciata rivolta a ovest, un evidente intervento di restauro che ha deturpato lo stile costruttivo generale. Per giungere sulla soglia dell’ingresso si salgono tre gradini e all’interno si trova una cucina di modeste dimensioni e arredamento. Tornando all’esterno, sulla destra, troviamo un tavolo e a fianco di questo, attraverso un portone di legno, si entra in una stanza destinata a far da cantina, le cui pareti risultano annerite dal fumo e dall’umidità. Di fronte alla casa della signora Ziliati sorge un palazzo dalle linee signorili che un tempo apparteneva a un altro ramo della famiglia Tasso, imparentata con quella che abitata al Bretto Basso.

Borgo di Bretto
L’edificio, ora in fase di restauro conservativo, presenta al centro della facciata alcuni dipinti: lo stemma di famiglia, un leone di San Marco (parzialmente cancellato) e una Madonna col Bambino tra i Santi Rocco e Caterina d’Alessandria, protettrice dei corrieri postali. Per ulteriori informazioni sul Borgo del Bretto, vedasi:
Le Contrade del Bretto di Camerata Cornello (Val Brembana) e la famiglia Tasso in Europa: Ricerca pluridisciplinare realizzata dagli alunni delle classi Quarte del Liceo Scientifico e dell'Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri. Progetto e coordinamento del Prof. Tarcisio Bottani.

Borgo di Bretto

Il presente studio ha preso in considerazione l'evolversi del Casato Tasso, dalle lontane origini ravvisabili nei Borghi del Cornello e del Bretto, alle molteplici diramazioni che portarono i suoi esponenti piu' intraprendenti a organizzare e gestire per secoli le comunicazioni postali europee. Sono stati inoltre esaminati il ruolo svolto dai Tasso nelle comunicazioni postali in territorio bergamasco e veneto e i rapporti tra esponenti della Famiglia e i poeti Bernardo e Torquato.